Young Adult

Review Party: “La Sindrome di Didone” di Christina Mikaelson

Titolo: La Sindrome di Didone: Tracotanza Vol.1 (primo di una Trilogia non autoconclusiva)

Autrice: Christina Mikaelson

Casa editrice: Self-publishing

Genere: Young Adult, Romance

Pagine: 413

Prezzo: Ebook: 2,99€ / Cartaceo: 14,90 €

Data di uscita: 26 ottobre 2020

Non Autonclusivo.

Trama

Roma 2006.

Cosa faresti se dovessi fingere di essere fidanzata col ragazzo che odi per conquistare quello che ti piace?
Caterina Farnesi frequenta l’ultimo anno del liceo classico. È una ragazza spigolosa, saccente e altezzosa che non vuol perdere tempo dietro ai ragazzi o ad altro che potrebbe distoglierla dal suo adorato studio. Purtroppo ha una cotta per il suo migliore amico Leonardo, a sua volta fidanzato con Beatrice, compagna di banco di Caterina.
Una mattina, Cat scopre un segreto scottante sul ragazzo che odia: il popolarissimo e irriverente rappresentante d’Istituto Adriano Greco. Lui è tutto ciò che lei detesta e approfitterà di questa occasione per ricattarlo e chiedergli di fingersi il suo ragazzo per fare ingelosire Leonardo. Ma cosa succederebbe se la finzione si mischiasse con la realtà e Caterina si rendesse conto che Adriano non è così terribile come credeva?

Recensione

Ben tornati readers!
Oggi cominceremo a conoscere i protagonisti di questa nuova trilogia non autoconclusiva.

"Chi si sarebbe mai innamorato di qualcuno convinto di non stare bene con l’amore addosso o che questo sentimento lo rendesse patetico?"

Caterina, o Cat come la chiamano gli amici, è all’ultimo anno di liceo. Per lei niente è più importante dello studio, soprattutto se si parla di materie come il greco e il latino. Non ne vuole sapere niente dei ragazzi o di qualsiasi altra cosa che non riguardi lo studio.
Peccato però che ha una mega cotta per il suo migliore amico, Leonardo, che è fidanzato con Beatrice, compagna di banco di Cat.

"Le persone più dure sono anche le più fragili. Le persone che non hanno bisogno di nessuno sono quelle che desiderano essere abbracciate di più."

Quando Cat, per sbaglio, scopre un segreto di Adriano, il rappresentante d’istituto che odia profondamente, lo comincerà a ricattare per fingere di essere il suo ragazzo.
Adriano e Leo si odiano, quindi quale ragazzo sarebbe più opportuno per tutto questo?

"Che significa che della registrazione non ti importa niente? «Può significare solo due cose: ti bacio e ti sbatto contro questo muro per farti capire che non stavo fingendo oppure ti do uno schiaffo. E, a dispetto di quello che pensi, io non picchio le donne, quindi vai per esclusione.»"

Ma non ci vuole molto per mescolare realtà e finzione, e i sentimenti sono una cosa strana da capire…
E quando Adriano dimostrerà che non è come tutti si aspettano, come reagirà Cat?

Il Mio Pensiero

Ho trovato questo libro interessante, su più aspetti. Un libro che ti fa dare uno sguardo al passato, tra i trilli di MSN e la mentalità troppo ristretta che, ahimè, regna ancora oggi, trattando vari argomenti, come l’omosessualità, il giudizio delle persone e il desiderio di smentire quello che pensano.
Cat è una ragazza che si è creata dei muri intorno a lei, per paura di soffrire. Eppure il desiderio che prova verso Leo la sprona a mettersi in gioco. Perché non può credere che anche lui la guardi con gli stessi occhi degli altri. Per questo “ricatterà” Adriano, un ragazzo che dietro alla sua popolarità e la sua sfrontatezza, nasconde molte cose.
Insieme questi due sono esplosione, puro sentimento, un fuoco che arde. Vedremo Caterina cambiare stando vicina ad Adriano, si sentirà desiderata e bella e, nonostante lui è la persona più sbagliata per farlo, si lascerà andare quando è con lui.
Fingere una relazione con la persona che Cat odia è davvero difficile, ma quando comincia a intravedere un po’ del vero Adriano, qualcosa cambia. E nel frattempo, l’amicizia con Leo arriva agli sgoccioli…

Nella storia, possiamo vedere come le persone siano sempre pronte a giudicare senza nemmeno prendersi la briga di conoscere qualcuno. “Studia sempre, è una suora” , “Non esce con nessun ragazzo, allora le piacciono le ragazze”, “Parla con il più popolare della scuola, è proprio una poco di buono” … questi sono solo esempi di ciò che realmente possiamo ascoltare ogni giorno. La gente non si sofferma mai sui particolari, giudica guardando solo quello che tu vuoi lasciar vedere. Nessuno fa caso agli occhi, per accertarsi che non mentano. Nessuno fa caso a quei sorrisi falsi. Tutti giudicano, ma nessuno che sappia realmente chi tu sia.

Devo dire che poche volte ho letto di un libro così meravigliosamente contorto. Mi ha colpito il modo in cui l’autrice è riuscita a far parlare non solo i protagonisti, ma anche le altre persone intorno, come se ogni storia fosse importante, come se volesse far capire che ci sono diverse situazioni che portano ad uno scopo, ad una fine.
Mi è piaciuto che tutti si sono guardati dentro di loro, si sono auto-analizzati, scoprendo qualcosa di nuovo giorno per giorno.
Ho adorato la famiglia di Cat e suo padre, come non ridere?
È solo il primo volume di una trilogia, quindi molte cose sono tenute ancora all’oscuro e questo non fa che aumentare la curiosità del lettore. I protagonisti sono ben descritti, come i luoghi e le situazioni. È narrato in terza persona e, come ho detto prima, viene data a più persone la possibilità di far capire il loro punto di vista.

Ringrazio Christina per avermi dato la possibilità di leggere il suo libro in anteprima. Aspetto trepidante il prossimo libro (ti prego Christina abbi pietà di me) per cominciare a scogliere qualche nodo.


Noi ci vediamo presto!
*Teresina*

Read more