Eva Lane

Review Party: “Never Hurt Me Again” di Eva Lane

Titolo: NEVER HURT ME AGAIN

Autore: EVA LANE

Casa Editrice: SELF PUBLISHING

Genere: ROMANZI ROSA

Prezzo: Ebook € 2,99

Pagine: 350

Finale: NON AUTOCONCLUSIVO

Trama

Phoebe Jennings, innamorata sin dagli anni del liceo, di Mattew Johnes, quarterback della squadra di football, ha deciso durante l’estate, di dare una svolta alla sua vita.
Un nutrizionista che la aiuti a dimagrire, un dentista che la liberi da quell’apparecchio infernale e faccia risplendere il suo bellissimo sorriso, un buon dermatologo e tanta, tanta palestra.
Ma, il primo giorno di università quando crede di essersi liberata dalla sua ossessione ed avere il controllo sulle proprie emozioni, Matt si ripresenta in tutta la sua affascinante e prorompente bellezza. Enigmatico, algido e strafottente, concederà a Phoebe di irrompere nella sua vita e soprattutto, nella sua anima oscura, dove albergano innumerevoli ombre del passato?

Recensione

Cari readers,
oggi vi parlerò della storia tra Phoebe e Matthew.

Phoebe è dal primo giorno di liceo che posa i suoi occhi su Matthew Johnes, il quarterback della squadra di football. Essendo però quella che si definisce “sfigata”, non ha mai avuto una chance con lui, abituato alle ragazze belle che gli si buttano ai piedi. All’ultimo anno di liceo, Phe decide di confessargli i suoi sentimenti tramite una lettera, ma verrà solo derisa.

"Lui è tutti i peccati capitali: è la superbia perché si mostra superiore a ogni cosa, con la forza. È l'invidia perché ogni suo coetaneo vorrebbe essere al suo posto. È la lussuria, per il suo smoderato appetito carnale. È accidia, non si cura delle anime che prende per poi gettarle. È ira, quando lo fissi negli occhi pieni di odio, carichi di risentimento."

Decisa a mettere un punto a tutto, Phe si iscrive in palestra, finalmente toglie l’apparecchio e crede di essersi liberata anche di Matt.
Peccato però, che se lo ritrova davanti il primo giorno di college e lui la riconosce subito.

Matthew Johnes è uno stronzo perfetto. Non si interessa di nessuno, cambia più donne al giorno e l’unica cosa che lo fa sentire soddisfatto e gli fa spegnere il cervello è il sesso. Con le sue regole. Con i suoi ritmi.

"Sorride, un sorriso pericoloso e allo stesso tempo sexy, può un sorriso essere demoniaco e angelico allo stesso tempo? Ma questo è Matt e io non lo cambierei per nulla al mondo, adesso in questo momento non cambierei nulla."

Matt ha solo bisogno di mettere a tacere i pensieri e di scacciare i suoi demoni, ma ad un certo punto diventa impossibile. Nessuno riesce più a calmarlo, tranne Phe, il suo unicorno. La ragazza che ha una cotta per lui da sempre, dolce e sentimentale. L’unica che non dovrebbe mai entrare nella sua vita.

Eppure nessuno dei due riesce a stare alla larga. Si cercano, si desiderano. Hanno bisogno l’uno dell’altro.
Ma i demoni di Matt non sono lontani. Sarà capace di sopportarli anche Phoebe?

Il Mio Pensiero

Una storia che ha lasciato il segno, indubbiamente.
Parto dicendo che il libro ha il finale aperto! Quindi vedremo come andranno le cose.
Passiamo ai protagonisti: Phoebe, una ragazza un po’ insicura, che ha cambiato se stessa e il suo corpo che non riusciva ad accettare. L’unica cosa che non riesce a cambiare, sono i sentimenti verso un certo ragazzo strafottente che la deride solamente.
Matt, invece, che dire.. Matt è una maschera che cammina. Nessuno sa niente di quello che nasconde sotto la facciata da bad boy. Le ragazze che vogliono usarlo per qualche ora sono tante e lui ha bisogno solo di questo. Ha bisogno di svuotare la sua mente, di mettere a tacere i ricordi. Ma l’unica cosa che riesce ad alleviare i suoi dolori, è la pace e la tranquillità di Phoebe.

Quanto riesce a segnarci il passato? Troppo.
Credo che, il messaggio che mi è arrivato da questo primo romanzo, sia proprio questo. Le cicatrici che lascia il passato sono invisibili ma sanguinano più di una ferita aperta. È facile nascondersi dietro un “va tutto bene”, indossare una maschera. Diventare un’altra persona, fredda e distaccata. Perciò, credo di poter affermare che il passato può ferirci così tanto da distruggerci. E se non siamo in grado di affrontarlo, allora è bene affidarci a qualcuno. Qualcuno che sappia osservarci con occhi diversi dagli altri. Qualcuno con cui il tumulto interiore si placa.

In questo libro c’è il grido di aiuto di un ragazzo ferito, umiliato, abusato. Un grido silenzioso che nessuno riesce a capire. E poi c’è la ragazza che ci metterà tutta se stessa affinché quel ragazzo si possa riprendere.
Sarò sincera, alcune decisioni della protagonista le avrei cambiate e mi sarei fatta rispettare un po’ di più. Ma la storia mi ha coinvolto davvero molto.
La scrittura non è per tutti. Bisogna capire il romanzo, altrimenti la si potrebbe reputare “volgare”. Ma ogni cosa è stata inserita al posto giusto per esprimere i pensieri dei protagonisti, nel bene e nel male. Il pov alternato permette inoltre, di capire entrambi i ragazzi.
Si devono ancora scoprire tante cose, ci sono tante domande in sospeso, e non vedo l’ora di leggere il secondo per completare il mio quadro.

Ringrazio infinitamente Eva Lane, per avermi dato l’opportunità di leggere il suo romanzo in anteprima e spero quanto prima di rincontrare Phoebe e Matt.

Noi ci vediamo alla prossima recensione! Baci!!
*Teresina*

Read more