Recensione: “Viaggio di nozze… Senza nozze” di Serena Greco

Titolo: VIAGGIO DI NOZZE… SENZA NOZZE

Autore: SERENA GRECO

Casa Editrice: ALBATROS IL FILO

Genere: ROMANZO ROSA

Pagine: 228

Data di pubblicazione: 5 MAGGIO 2020

Formati disponibili: Ebook €6.64 \ Cartaceo €13.20

Trama

“Si sposarono e vissero per sempre felici e contenti”.
Quasi tutte le favole d’amore finiscono con un bacio e la scritta “The End”, tranne quella di Andrea e Gaia…
Dopo undici anni di fidanzamento, il giorno del loro matrimonio lui fugge senza dare spiegazioni e per di più, dopo aver saputo della partenza imminente per il viaggio di nozze di quella che per lui rimane “la fidanzata”, decide di partire con la scusa che ormai è tutto pagato e non rimborsabile.
Tra liti e baci rubati, parole e sguardi colpevoli, può rinascere una storia d’amore nata per gioco e finita per paura? Riusciranno la stretta e continua vicinanza, un gruppo di sposini affiatati e la bellezza di un’isola esotica a ricucire quel rapporto apparentemente perfetto?
Percorso raccontato da entrambi i personaggi, con un finale a sorpresa.
Tanti piccoli flash riguardanti il vissuto dei protagonisti e la loro storia d’amore aiuteranno il lettore a conoscere meglio i personaggi e a capire le loro scelte.

Recensione

Cari lettori, ben tornati.
Oggi vi parlo della storia di Andrea e Gaia.

Gaia e Andrea si conoscono da sempre. Dopo essersi persi e poi ritrovati da adolescenti, non si sono mai più lasciati. Sono fidanzati da undici anni quando decidono di sposarsi.
Tutto fila liscio, ma al momento dell’entrata in chiesa, lo sposo non si presenta, lasciando tutti con un messaggio di scuse, dicendo di non essere pronto.

"Ci sono parole, scene, situazioni, espressioni, emozioni che non possono essere cancellate, indelebili sulla pelle, registrate in un sistema inaccessibili per la modifica."

Gaia, incoraggiata dalla madre e la sorella, decide di partire per il viaggio di nozze, per distrarsi un po’.
Appena Andrea viene a saperlo, però, decide di partire anche lui. Perché, anche se ha mandato a monte la cosa più bella della sua vita, l’amore che prova per Gaia è immenso.

"Nessun anello potrebbe mai essere all'altezza di questo 'reperto archeologico' con inciso il tuo ricordo. Tutto quello di cui ho bisogno è qui al mio fianco."

Il viaggio non sarà tutto rose e fiori. Il dolore che Gaia prova nello stare accanto alla persona che ancora ama, ma che ha distrutto i suoi sogni, è davvero forte. Mentre Andrea cercherà di recuperare il loro rapporto.

"«Ti odio, Andrea Veltieri»
«Eh, ma io ti amo, Gaia Mastratti. Come si fa?»"

Tra le bellezze di un’isola esotica, i ricordi del passato e un gruppo di amici un po’ strani, Andrea e Gaia andranno alla scoperta di loro stessi e imparando a conoscersi di nuovo.
Perché puoi passare un vita intera con una persona, eppure non averla mai conosciuta.

Il Mio Pensiero

Per descrivere questo libro, parto dal dirvi che mi sono innamorata della prefazione, dove viene “spiegato” cos’è un libro: è un amico, l’unico che ci aspetterà sempre, l’unico che capirà i nostri sfoghi, l’unico che saprà apprezzare i nostri sentimenti, l’unico sempre presente, l’unico che accoglierà le nostre lacrime.. L’unico che ci farà vivere storie infinite e ci farà indossare infiniti costumi.
La verità è che ci ritroviamo nei libri, nei loro personaggi e nelle loro storie. E non ne faremo mai a meno.

Detto ciò, passiamo alla storia.
Andrea e Gaia sono due ragazzi che hanno trascorso metà vita insieme. Ma quando arriva il momento di coronare la loro storia d’amore davanti i loro familiari, Andrea si tira in dietro.
Entrambi partiranno per il viaggio di nozze, con la scusa “tanto è già pagato”. I ricordi riaffioreranno e il dolore sarà immenso. Ma l’amore? Quello non mancherà di certo!
I protagonisti mi sono piaciuti molto: Gaia è dolce e romantica, anche se ogni tanto sclera, ma la possiamo capire!
E Andrea… devo essere sincera, non sono riuscita ad arrabbiarmi con lui nemmeno per un attimo, perché i suoi motivi erano davvero validi. Per carità, ha sbagliato di gran lunga a non parlarne con la futura sposa, ma d’altronde lei era così presa dai preparativi per il matrimonio da sembrare un fantasma.
Durante il viaggio, verranno affiancati da un gruppetto di coppie niente male, che per quanto possano sembrare strani, saranno molto importanti per loro.

Io credo che, nella vita, bisogna sapere ascoltare, anche nel silenzio. Ci sono silenzi che urlano dolore e silenzi calmi e pieni d’amore. Ma se non sai capire entrambi, non puoi capire una persona. Dovresti essere in grado di dare le giuste attenzioni, di dare tempo alla persona che ami, per coltivare l’amore. Non importa se ti conosci da una vita o da un giorno, le persone cambiano, crescono. Per questo devi saper ascoltare, per percepire i piccoli cambiamenti di chi ami.

La storia mi è piaciuta davvero tanto, dolce, profonda e molto divertente. Serena è riuscita a trasmettere tante emozioni, dalla tristezza all’amore che lega i protagonisti.
Non è mai stato scontato, mi ha stupito con le sue parole e non volevo lasciarlo andare.
Ho letteralmente adorato i monologhi con le loro coscienze, perché la sottoscritta è pazza esattamente come loro, e si, parlo anch’io da sola dandomi delle risposte! Devo solo darle una personalità!
La lettura è scorrevole e io l’ho letto in una notte. Il pov è alternato e oramai sapete che per me è la scelta migliore, perché non lascia mai nulla in sospeso.

Ringrazio l’autrice, Serena Greco, per avermi fatto fare questo meraviglioso viaggio insieme ai suoi protagonisti. Li porterò per sempre con me.


Noi ci vediamo presto con una nuova recensione!
*Teresina*

Read more

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *